Bando di concorso internazionale di progettazione, con procedura aperta, per la progettazione del “sistema tram Palermo - fase II” progetto generale e progetto I° stralcio

 
 
PER REGISTRARTI CLICCA QUI

OGGETTO DEL CONCORSO E PROCEDURA

Il Comune di Palermo – Area Tecnica della Riqualificazione Urbana e delle Infrastrutture bandisce un concorso internazionale di progettazione per la Progettazione del “SISTEMA TRAM PALERMO - FASE II” PROGETTO GENERALE E PROGETTO I° STRALCIO” situato in Palermo, con procedura aperta, il cui oggetto è l'acquisizione, dopo l'espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Il concorso, aperto agli Architetti e agli Ingegneri, è articolato in due gradi in forma anonima.

Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso e il rapporto fra Ente banditore e concorrente avverranno esclusivamente per via telematica attraverso il sito www.concorsotrampalermo.concorrimi.it.

Al sito sopra citato il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l'apposita pagina "news" e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte progettuali sia del primo che del secondo grado.

CALENDARIO DEL CONCORSO

Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti:
  • 14.11.2017 ore 16:00:00
    Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per il primo grado;
  • 20.11.2017 ore 23:59:00
    Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro il 14.11.2017 per il primo grado;
  • 05.12.2017 ore 16:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado;
  • 07.12.2017 ore 10:00:00
    Prima seduta pubblica della Commissione giudicatrice, per la lettura dei codici alfanumerici attribuiti dal sistema telematico alle diverse proposte;
  • 22.01.2018 ore 23:59:00
    Comunicazione delle proposte progettuali ammesse al secondo grado del concorso;
  • 05.03.2018 ore 16:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle richieste di chiarimento per il secondo grado;
  • 12.03.2018 ore 23:59:00
    Termine ultimo per la pubblicazione delle risposte ai quesiti formulati per il secondo grado;
  • 28.03.2018 ore 16:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al secondo grado;

PREMI E RIMBORSO SPESE

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 100.000 € (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 50.000 € (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 30.000 € (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Ciascuno dei successivi 2 (due) concorrenti riceverà un rimborso spese di € 20.000 € (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).

DOCUMENTI DEL CONCORSO

L'Ente banditore fornisce la seguente documentazione:
Bando di concorso
Bando di concorso (application/pdf)
Relazione Illustrativa
Studio_Fattibilità_TRAM_2016_Rel_FINALE(Compres+testata+sez).doc (application/msword) - Relazione
TAV. 01 Riassunto tracciati 1:25000
TRAM_TAV01_25000.pdf (application/pdf) - Tracciati linee tram
TAV. 01a Riassunto tracciati - PRG 1:25000
TRAM_TAV01a_25000.pdf (application/pdf) - Tavola PRG
TAV. 01b Riassunto tracciati- geolitologica 1:25000
TRAM_TAV01b_25000.pdf (application/pdf) - Geolitologia
TAV. 01c Riassunto tracciati- rischi geomorfologici e idrogeologici 1:25000
TRAM_TAV01c_25000.pdf (application/pdf) - Geomorfologia ed idrogeologia
TAV. 01d Riassunto tracciati - regime dei vincoli vigenti 1:25000
TRAM_TAV01d_25000.pdf (application/pdf) - Vincoli esistenti
TAV. 14 Tracciati tranvia e tranvia veloce 1:25000
TRAM_TAV14_25000.pdf (application/pdf) - #00140# Tranvia veloce e lenta
TAV. 02 Riassunto nuovi tracciati NORD 1:10000
TRAM_TAV02_10000.pdf (application/pdf) - Tracciati NORD
TAV. 02a Riassunto nuovi tracciati NORD - PRG 1:10000
TRAM_TAV02a_10000.pdf (application/pdf) - Tracciati NORD - PRG
TAV. 03 Riassunto nuovi tracciati SUD 1:10000
TRAM_TAV03_10000.pdf (application/pdf) - Tracciati SUD
TAV. 03a Riassunto nuovi tracciati SUD - PRG 1:10000
TRAM_TAV03a_10000.pdf (application/pdf) - Tracciati SUD - PRG
TAV. 04 Nuove tratte tram - tratta A – Balsamo - Croce Rossa (6-1) 1:5000
TRAM_TAV04_5000.pdf (application/pdf) - Tratta Balsamo - Croce Rossa
TAV. 05 Nuove tratte tram - tratta B – stazione Notarbartolo – Duca della Verdura – Libertà - (5-1) 1:5000
TRAM_TAV05_5000.pdf (application/pdf) - Tratte Stazioni Notarbartolo - Duca della Verdura
TAV. 06 Nuove tratte tram - tratta C – Orleans – Calatafimi - (4-1) 1:5000
TRAM_TAV06_5000.pdf (application/pdf) - Tratta Orelans - Calatafimi
TAV. 07 Nuove tratte tram - tratta D – Orleans - Bonagia - (4-1) 1:5000
TRAM_TAV07_5000.pdf (application/pdf) - Tratta Orleans - Bonagia
TAV. 08 Nuove tratte tram - tratta E – Croce Rossa – Parcheggio Galatea – Hotel Palace Mondello - (6-2) 1:5000
TRAM_TAV08_5000.pdf (application/pdf) - Tratta Croce Rossa - Parcheggio Galatea
TAV. 09 Nuove tratte tram - tratta F – Stazione Centrale – Foro Umberto I Libertà - (5-2) 1:5000
TRAM_TAV09_5000.pdf (application/pdf) - Tratta Stazione Centrale - Foro Umberto I
TAV. 10 Nuove tratte tram - tratta G – Lanza di Scalea - Sferracavallo 1:5000
TRAM_TAV10_5000.pdf (application/pdf) - Tratta Lanza di Scalea - Sferracavallo
TAV. 11 Sezioni Tipo 1:200
TRAM_TAV11_200.pdf (application/pdf) - Sezioni tipo
TAV. 12 Esempi delle alternative progettuali 1:2000
TRAM_TAV12_2000.pdf (application/pdf) - Alternative progettuali
TAV. 13 Offerta di soste a servizio delle nuove linee tranviarie 1:25000
TRAM_TAV13_25000.pdf (application/pdf) - Aree di sosta
Z.1 Osservazioni acquisite da tutti i soggetti interessati nel corso del Debàt Public.
01.DEBAT PUBLIC - ELENCO DEI COMMENTI.pdf (application/pdf) - Osservazioni Cittadini
Z.2 COMMENTI GENERICI
02b.COMMENTI GENERICI - COMMENTATA.pdf (application/pdf) - RISPOSTE AD OSSERVAZIONI
Z.3 COMMENTI TRATTA A
03b.COMMENTI TRATTA A - COMMENTATA.pdf (application/pdf) - RISPOSTE AD OSSERVAZIONI TRATTA A
Z.4 COMMENTI TRATTA B
04b.COMMENTI TRATTA B - COMMENTATA.pdf (application/pdf) - RISPOSTE AD OSSERVAZIONI TRATTA B
Z.5 COMMENTI TRATTA C
05b.COMMENTI TRATTA C - COMMENTATA.pdf (application/pdf) - RISPOSTE AD OSSERVAZIONI TRATTA C
Z.6 COMMENTI TRATTA D
06b.COMMENTI TRATTA D - COMMENTATA.pdf (application/pdf) - RISPOSTE AD OSSERVAZIONI TRATTA D
Z.6 COMMENTI TRATTA E
07b.COMMENTI TRATTA E - COMMENTATA.pdf (application/pdf) - RISPOSTE AD OSSERVAZIONI TRATTA E
Z.7 COMMENTI TRATTA F
08b.COMMENTI TRATTA F - COMMENTATA.pdf (application/pdf) - RISPOSTE AD OSSERVAZIONI TRATTA F
Z.8 COMMENTI TRATTA G
09b.COMMENTI TRATTA G - COMMENTATA.pdf (application/pdf) - RISPOSTE AD OSSERVAZIONI TRATTA G
Z.9 OSSERVAZIONI FIAB CICLABILE
OSSERVAZIONI NEW TRAM 09_02_2017 -fiab palermo ciclabile.rar (application/x-rar) - OSSERVAZIONI FIAB
ELENCO ELABORATI DI SECONDO GRADO
elenco_elaborati_secondo_grado.pdf (application/pdf) - Elenco elaborati di secondo grado (articolo 12 del bando di concorso)
Calcolo onorari ai sensi del D.M. 17 giugno 2016
RIEPILOGO PARCELLE CON ESTRATTE COMPETENZE BANDO CONCORRIMI.pdf (application/pdf) - Calcolo onorari ai sensi del D.M. 17 giugno 2016
FACSIMILE PROPOSTA ECONOMICA NON VALUTATA AI FINI DEL CONCORSO
PROPOSTA_OFFERTA.pdf (application/pdf) - FACSIMILE PROPOSTA ECONOMICA NON VALUTATA AI FINI DEL CONCORSO
Variante Generale al P.R.G. - D.C.C. 7/2004, consultabile tramite il link:
https://www.comune.palermo.it/amministrazione_trasparente.php?sel=19&asel=103&bsel=111
Piano Generale del Traffico Urbano, consultabile tramite il link:
https://www.comune.palermo.it/amministrazione_trasparente.php?sel=19&asel=103&bsel=168
Pianificazione e Governo del Territorio, consultabile tramite il link:
https://www.comune.palermo.it/amministrazione_trasparente.php?sel=19
Piano Strategico del Comune di Palermo, consultabile tramite il link:
https://www.comune.palermo.it/amministrazione_trasparente.php?sel=19&asel=186
Schema di Massima della Variante Generale a P.R.G. approvato con Deliberazione di C.C. n. 425 del 27.09.2016, consultabile tramite il link:
https://servizionline.comune.palermo.it/portcitt/jsp/home.jsp?modo=tabella

QUESITI E RICHIESTE DI CHIARIMENTI - PRIMO GRADO

Termine per l'invio delle domande: 14.11.2017 alle ore 16:00:00
Termine per la pubblicazione delle risposte: 20.11.2017 alle ore 23:59:00

ELABORATI RICHIESTI - PRIMO GRADO

La proposta progettuale richiesta per la partecipazione al primo grado del concorso, deve essere composta dai seguenti elaborati:
  1. Relazione tecnica contenuta in un numero massimo di complessive 100.000 battute, spazi inclusi, in formato UNI A4 (pagine orientate in senso verticale) su file PDF, per un totale di max 20 facciate, senza copertina (10 pagine).
    La relazione tecnica, prendendo spunto dalla "Proposta di Studio di Fattibilità" predisposta dall’Amministrazione Comunale (SF_AC), nonché delle "Osservazioni" rese dai cittadini nel corso del Debàt Public avvenuto fra il 19 luglio 2016 ed 17 settembre 2016 (60 giorni) e dei successivi "Commenti alle Osservazioni" (OSS_AC ed C_OSS_AC), comprese altresì le "Osservazioni FIAB" pervenute in data 09.02.2017, dovrà illustrare i criteri guida delle scelte afferenti l’idea progettuale della Tramvia Tecnologica Ecologica, a basso impatto ambientale e costo di costruzione e gestione, nonché descrivere le necessarie indicazioni per la prosecuzione dell’iter progettuale; in particolare deve riportare:
    a) le scelte progettuali afferenti:
    1. a. i percorsi delle linee e l’indicazione sull’ubicazione dei depositi, e le motivazioni di adesione/variazione alla Proposta di studio di fattibilità;
    2. b. le caratteristiche funzionali;
    3. c. le componenti tecniche di design, comunicazione visiva e di impatto urbano ed architettonico del Sistema Tramviario;
    4. d. le componenti gestionali del Sistema Tramviario, tenuto conto, per tale ultimo aspetto, di tutti gli altri sistemi di trasporto pubblico presenti e programmati nel territorio comunale e della loro intermodalità;
    5. e. gli interventi di riqualificazione urbana conseguenti all’inserimento della tramvia nel tessuto urbano, da realizzare contestualmente nell’ambito del progetto;
    b) la descrizione, ai fini della valutazione preventiva della sostenibilità ambientale, della compatibilità paesaggistica dell’intervento e del rapporto con la Città storica, con i beni culturali, architettonici, archeologici, storico/artistici ed con il paesaggio urbano, dei requisiti dell’opera da progettare, delle caratteristiche e dei collegamenti con il contesto nel quale l’intervento si inserisce nonché delle misure idonee a salvaguardare la tutela ambientale, i valori culturali e paesaggistici, con riguardo anche alla mitigazione degli effetti del rumore e delle vibrazioni ed all’inserimento urbanistico;
    c) l’analisi sommaria delle specifiche tecniche costruttive utilizzate e l’indicazione delle norme tecniche da applicare;
    d) le indicazioni sommarie afferenti le componenti impiantistiche in dotazione al sistema;
    e) le indicazioni sommarie afferenti: l’innovazione e l’ecosostenibilità;
    f) le indicazioni sugli interventi di verde, arredo urbano, alberature, finiture architettoniche degli spazi aperti coinvolti nel processo di riqualificazione urbana indotto dalla tramvia;
    g) le indicazioni specifiche afferenti: il materiale rotabile proposto, con la comparazione, in termini di costi di costruzione e gestione (su anni 20), di almeno due tipologie differenti di tecnologia scelta fra i sistemi più all’avanguardia, che in ogni caso dovranno essere del tipo ibrido al fine di consentire l’utilizzo delle linee esistenti su catenaria. Le considerazioni esposte dovranno essere supportate da idonea documentazione, anche di natura commerciale, attestante quanto asserito.
  2. Elaborati progettuali in formato A2, stampati solo su un lato, prodotti su file PDF, orientati in senso orizzontale, in numero di tavole complessive pari a 5 (cinque), oltre la copertina in formato A4, devono illustrare l’idea di progetto delle linee tramviarie innovative; in particolare i contenuti grafici richiesti sono relativi a:
    • inquadramento urbano con dettagli relativi a proposte migliorative del tracciato e dei punti di attraversamento stradale/urbano ritenuti critici;
    • proposta di soluzione alle “Osservazioni" (OSS-AC) pervenute nel corso del Debàt Public ritenute condivise dall’Amministrazione Comunale (C_OSS_AC), e di cui all’allegato COSS_AC, ed alle "Osservazioni FIAB" pervenute in data 09.02.2017 (OSS_FIAB), in scala 1:10.000 - 1:5.000 – 1:2.000;
    • schemi planimetrici di distribuzione ed inserimento urbano delle fermate, cabine elettriche di alimentazione, linee di trasformazione/alimentazione/distribuzione, piante e sezioni a "campione" di parti che si ritengono significative per l’espressione dell’idea;
    • tavola di sintesi contenente grafici e metodologie costruttive;
    • planimetria a quota "0 – zero" di almeno 5 aree significative rappresentanti la soluzione di riqualificazione urbana, del paesaggio urbano, del verde, dell’arredo e dei materiali;
    • viste prospettiche con foto inserimento delle aree oggetto di studio di dettaglio;
  3. Quadro Economico sommario dell’intervento (da inserire nella relazione tecnica, verificando che l’idea progettuale rientri nella stima del costo complessivo dell’intervento individuato dall’Ente banditore e riportato nel bando);
  4. Cronoprogramma per la realizzazione dell’intervento, comprendente le fasi temporali a partire dalla data del bando di gara all’appalto dell’opera pubblica, sino al collaudo;
  5. Inserimento digitale fotorealistico: Rappresentare rendering su viste reali di almeno 2 (due) tratte significative della tramvia, in 8 formati A3
La dimensione massima del singolo file è di 10MB (10.485.760 bytes), in formato PDF.

Il codice alfanumerico (codice registrazione) che il sistema assegna ad ogni partecipante al momento della registrazione NON deve essere riportato sugli elaborati, pena l'esclusione.

CRITERI DI VALUTAZIONE - PRIMO GRADO

Nella prima seduta riservata la Commissione giudicatrice definisce la metodologia dei lavori. La scelta delle proposte progettuali che saranno ammesse al secondo grado del concorso verrà fatta sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

a) Qualità della proposta di articolazione dei percorsi delle tratte e dell’ubicazione delle fermate e dei depositi: Punti 35

1. - valutazione della proposta progettuale sotto il profilo della ricerca, delle componenti di design, delle componenti innovative tecnologiche e della scelta dei materiali delle linee, delle fermate e dei depositi, di comunicazione visiva e di impatto urbano ed architettonico del sistema tranviario rispetto alle aree attraversate dalla proposta;

2. - relazione con i principali attrattori e servizi della città e con i generatori della domanda di mobilità esistenti, nonché con i possibili nuovi attrattori e centralità urbane generati dal tracciato proposto;

3. - valutazione dell’impatto sulla città costruita, sull’economicità del trasporto, sull’efficienza dei bacini di utenza, sul rispetto dei collegamenti alle linee esistenti e di futura espansione. 

b) Qualità della proposta di rigenerazione urbana: Punti 25

4. - sostenibilità ambientale, compatibilità paesaggistica, relazioni con la città storica e con i beni culturali con particolare riferimento alla riduzione e/o mitigazione dell’impermeabilizzazione dei tracciati;

5. - grado di valorizzazione del contesto urbano, valutato sia in base alla capacità di organizzare gli spazi esterni garantendo un rapporto eco-sostenibile con l’esistente, sia sotto il profilo della coerenza, integrazione e armonizzazione delle proposte progettuali con il contesto urbano, storico e/o ambientale e con la fruizione ciclo pedonale.

6. - mitigazione degli effetti del rumore e delle vibrazioni con dispositivi passivi e attivi;

7. - interventi sul verde, sull’arredo urbano e sulle finiture architettoniche degli spazi aperti coinvolti nel percorso;

8. - strategie per la riqualificazione degli spazi pubblici come stimolo all’intervento dei privati per le parti di loro pertinenza e competenza (es. eco-distretto tramviario);

9. - strategie di riciclo di aree e infrastrutture dismesse da coinvolgere lungo il tracciato per riattivarne il metabolismo urbano senza consumo del suolo;

10. - interventi di sostenibilità energetica della proposta e produzione di energia.

c) Accessibilità, fruibilità e sicurezza della struttura e del suo materiale rotabile: Punti 10

11. - soluzioni innovative per il superamento delle barriere architettoniche coerenti con l’insieme architettonico. Gestione consapevole delle situazioni di pericolo. Attenzione, a seconda del caso, alle diverse problematiche legate agli utenti deboli, ai bambini in tenera età, ai giovani, agli adolescenti, ai diversamente abili, all’utilizzo della bicicletta. Utilizzabilità delle struttura e/o dei suoi spazi funzionali da parte soggetti terzi, anche in posto non seduto.

d) Qualità delle soluzioni tecniche e tecnologiche e scelta dei materiali in riferimento alla sostenibilità ambientale, alla manutenibilità ed al benessere degli utenti: Punti 10

12. - attenzione alla pulizia e manutenibilità delle superfici, alla naturalità e riciclabilità dei materiali, alla sostituzione programmata dei componenti in un’ottica di ciclo di vita, all’utilizzo di cassa saldata in acciaio inossidabile o acciaio al carbone o equivalenti per resistenza e durata;

13. - scelte per l’efficienza energetica (NZEB), la qualità dell’aria, della luce e dei suoni, wi-fi, punti ricarica, segnaletica informatizzata, comunicazione visiva, gestione dei percorsi ed informazioni sui tempi di percorrenza;

e) Qualità della proposta economico/gestionale/manutentiva, con riguardo: Punti 20

14. - alla coerenza tra i costi/ricavi ipotizzati, in termini di flussi finanziari in entrata (ricavi diretti ed indiretti), ed i costi di gestione e manutenzione delle opere;

15. - al confronto economico tra modelli gestionali e tra soluzioni alternative alla tramvia con il progetto proposto;

16. - all’ipotesi di ricorso a fonti finanziarie innovative e remunerabilità     dell’eventuale contributo privato;

17. - all’esame del tempo di realizzazione dell’investimento, correlato al tempo di avvio dei flussi in entrata derivanti dal servizio, con riguardo al tempo di recupero finanziario dell’investimento, al tempo di rimborso dei finanziamenti necessari all’investimento, tenendo conto del contributo di finanza pubblica al TPL;

18. - al costo generale percepito dagli utenti, inteso in termini di prezzo che sono disponibili a spendere per ottenere il servizio (analisi costi benefici ACB), tendendo in debito conto il valore del tempo, inteso come valutazione dei benefici economici derivanti della riduzione dei tempi di percorrenza per gli utenti;

19. - alla variazione di costi correlati (riduzione di costi in altre aree dell’amministrazione es. minor bisogno di vigili urbani nelle aree interessate, minori costi negli altri sistemi di trasporto), in relazione alla variazione delle altre entrate dell’ente (p.es. riduzione delle entrate tributarie e non tributarie es. ZTL, riduzione multe, etc…).